CONTROLLIAMO ARDBEG?

Correva l’anno 2015… esattamente il 18 Settembre 2015 quando questa penna si avventurava nell’analizzare l’aumento di valore, anno per anno, di 11 imbottigliamenti Original Bottling di Casa Ardbeg… (per chi avesse perso la disamina la può riprendere qui).

Oggi, con l’Ardbeg Day alle porte, e con l’eccitante prospettiva di Kelpie, sono a valutare l’andamento 2016 di questi benedetti 11 imbottigliamenti estrapolando i dati ricavati dalle più importanti aste on-line (valutazione media).

Diamo voce ai dati

Tabella 1:

    PREZZO BATTUTO
PRODOTTO AL RILASCIO 2012 2013 2014 2015 2016
Ardbeg Supernova 2009 £75 £175 £190 £130 £280 £180
Ardbeg Airigh Nam Beist £60 £250 £130 £135 £180
Ardbeg Lord of Isles 25yo £100 £350 £380 £420 £525 £725
Ardbeg 1978   £250 £280 £260 £380
Ardbeg Very young £59 £150 £220 £170 £200 £370
Ardbeg Provenance £250 £700 £640 £750 £1,350 £ 2,400
Ardbeg Kildalton   £360 £360 £550 £ 575

 

Tabella 2: Rilasci Ardbeg Day

PRODOTTO PREZZO D’ACQUISTO PREZZO BATTUTO 2015 PREZZO BATTUTO 2016
Ardbeg Day 2012 £62 £160 £170
Ardbeg Ardbog 2013 £70 £65 £ 90
Ardbeg Auriverdes 2014 £69 £65 £75
Ardbeg Perpetuum 2015 £72 £80* su aste on-line est. £ 85

Tenendo valide le premesse dell’articolo del 18 Settembre sulla bassa validità statistica di 11 imbottigliamenti e sulla scheggia impazzita del valore in asta possiamo comunque sintetizzare i dati in tabella con semplici considerazioni.

Analizzando i dati, rispetto agli anni precedenti ho potuto notare un massiccio aumento (in numero bottiglie) di questi imbottigliamenti nelle aste (si vede spesso la presenza di stessi imbottigliamenti nella medesima asta); tale situazione, portando un aumento di disponibilità sul mercato, farebbe prevedere una calmirazione del prezzo battuto in asta; la realtà è invece contraria; i prezzi battuti salgono comunque.

Ardbeg, piaccia o meno, continua nel tempo il trend crescente mantenendosi sempre ai vertici dell’interesse collezionistico.

Si confermano fermi al palo gli imbottigliamenti dedicati all’Ardbeg Day,  mai tanto amati per tirature poco limitate e qualità perlomeno discutibile.

E’ altresì constatabile che oggi, difficilmente, il very normal buyer (il compratore con portafoglio medio) può acquistare a prezzi umani bottiglie targate Ardbeg puntando a marginalizzazioni, in caso di vendita, molto alte. Oggi Ardbeg, al rilascio, pone i propri imbottigliamenti, esterni al core range, già a “prezzo Collezionistico”.

A conclusione dell’articolo del 18 Settembre scrivevo così: “Ardbeg attenta quindi…… senza soddisfazione si rompe il giochino!”.

Oggi mi tocca rettificare.. attento very normal buyer… Ardbeg ti ha rotto il giochino  :-)